L'assenza genitoriale influisce sullo sviluppo del cervello dei bambiniDei ricercatori in Cina hanno scoperto che i bambini che sono lasciati senza cure parentali dirette per lunghi periodi di tempo mostrano uno sviluppo alterato del cervello.


Lo studio è stato presentato di recente al meeting annuale della Radiological Society of North America (RSNA).


In tutto il mondo, a causa di sconvolgimenti politici, necessità economiche o altri motivi, a volte i genitori sono costretti a viaggiare lontano da casa per mesi o anni, lasciando i loro figli alle spalle.

 


In Cina, un gran numero di lavoratori stanno migrando via dai loro figli alla ricerca di posti di lavoro migliori. I ricercatori hanno voluto studiare come questa migrazione interessa i milioni di bambini che sono lasciati alle cure di familiari per un periodo superiore ai sei mesi, senza cure parentali dirette dei loro genitori biologici.


"Volevamo studiare la struttura del cervello di questi bambini lasciati indietro", ha detto l'autore dello studio Yuan Xiao PhD, candidato del Huaxi MR Research Center e del Dipartimento di Radiologia dell'Ospedale della Cina occidentale della Sichuan University di Chengdu/Sichuan in Cina. "Gli studi supportano l'ipotesi che le cure parentali possono influenzare direttamente lo sviluppo del cervello nella prole. Tuttavia, la maggior parte del lavoro fatto finora si è concentrato sulla deprivazione sociale grave, come gli orfani. Abbiamo guardato i bambini che sono rimasti indietro con i parenti quando i genitori li hanno lasciati per cercare lavoro lontano da casa".


Per lo studio, che è stato condotto dal professor Su Lui e condotto al Second Affiliated Hospital & Yuying Children's Hospital della Wenzhou Medical University, sono state confrontate le risonanze magnetiche di 38 ragazze e ragazzi lasciati indietro (dai 7 ai 13 anni) con quelle di un gruppo di controllo di 30 ragazze e ragazzi (da 7 a 14 anni) che vivono con i loro genitori.


I ricercatori hanno poi confrontato il volume della materia grigia dei due gruppi e hanno misurato il quoziente di intelligenza (QI) di ciascun partecipante per valutare la funzione cognitiva. I ricercatori hanno trovato un maggior volume di materia grigia in diverse regioni del cervello, in particolare nei circuiti cerebrali emotivi, dei ragazzi lasciati indietro, rispetto a quelli che vivono con i loro genitori.


Il valore medio dei punteggi QI dei ragazzi lasciati indietro non era significativamente diverso da quello dei controlli, ma il volume della materia grigia in una area del cervello associata con la codifica e il recupero della memoria si è correlato negativamente con il QI.


Poichè un volume maggiore di materia grigia può riflettere una insufficiente potatura e maturità del cervello, la correlazione negativa tra il volume della materia grigia e i punteggi di QI suggerisce che crescere senza cure parentali può ritardare lo sviluppo del cervello.


"Il nostro studio fornisce la prima evidenza empirica che la mancanza di cure parentali dirette altera la traiettoria di sviluppo del cervello dei bambini lasciati indietro", ha detto Xiao. "Sono necessari sforzi di sanità pubblica per fornire ulteriore supporto intellettuale ed emotivo ai bambini lasciati indietro dai genitori".

 

 

 


Fonte: Radiological Society of North America via EurekAlert! (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.