Insegnanti empatici aumentano la motivazione dei bambini per l'apprendimento

Gli insegnanti empatici migliorano la motivazione e le abilità accademiche dei bambini, come la lettura, la scrittura e le abilità aritmetiche.


Un clima positivo creato dal docente salvaguarda e aumenta anche la motivazione dei bambini per l'apprendimento, secondo lo studio Finnish First Steps in corso attualmente all'Università della Finlandia Orientale, all'Università di Jyväskylä e all'Università di Turku.


L'importanza dell'empatia e di un atteggiamento caloroso in aula rimane un fenomeno poco studiato dalle scienze dell'educazione. La ricerca ha tuttavia dimostrato che l'interazione tra l'insegnante e l'allievo, per i risultati dell'apprendimento, è più importante dei fattori strutturali come i materiali didattici e le dimensioni della classe.


Inoltre, studi precedenti hanno trovato che l'interazione insegnante-alunno è un fattore significativo nei primi anni di scuola, ma ci sono indicazioni che questa interazione ha un ruolo importante anche in seguito, quando le sfide accademiche diventano maggiori e l'interazione di protezione insegnante-allievo può essere meno intensa.


"Attualmente stiamo studiando in che misura il rapporto insegnante-allievo nelle superiori può essere collegato agli ottimi punteggi Finlandesi di lettura nel PISA - Programme for International Student Assessment", afferma il docente di istruzione primaria Martti Siekkinen dell'Università della Finlandia Orientale, leader del gruppo di ricerca dell'UEF nello studio First Steps. Il successo del sistema educativo finlandese è spesso attribuito ad una grande considerazione per la professione di insegnante e a insegnanti altamente qualificati, all'uguaglianza nell'istruzione, e al tenere i test standardizzati al minimo.


Secondo Siekkinen, i primi anni delle elementari sono un periodo critico durante il quale il bambino ha bisogno di avere un rapporto sicuro con l'insegnante. L'atteggiamento empatico dell'insegnante non solo protegge l'auto-immagine dei bambini come allievi, ma anche dall'esclusione sociale dei loro compagni di scuola.


"E' importante che impariamo a conoscere i meccanismi che ispirano i bambini a diventare membri attivi della loro comunità scolastica, motivarli a studiare e a fissare obiettivi; in altre parole, a credere nelle loro capacità di raggiungere questi obiettivi".


I risultati sono stati pubblicati sulle riviste Contemporary Educational Psychology ed Early Education and Development.

 

 

 


Fonte:   University of Eastern Finland (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti:

  • Pakarinen, E., Aunola, K., Kiuru, N., Lerkkanen, M.-K., Poikkeus, A.-M., Siekkinen, M., & Nurmi, J.-E. (2014). The cross-lagged associations between classroom interactions and children's achievement behaviors. Contemporary Educational Psychology, 39, 248-261. http://dx.doi.org/10.1016/j.cedpsych.2014.06.001.
  • Siekkinen, M., Pakarinen, E., Lerkkanen, M.-K., Poikkeus, A.-M., Salminen, J., Poskiparta, E., & Nurmi, J.-E. (2013). Social competence among 6-year-old children and classroom instructional support and teacher stress. Early Education and Development, 24, 877-897. doi: 10.1080/10409289.2013.745183.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.