La memoria di lavoro dei bambini può prevedere il rischio di abbandono scolastico

Dei ricercatori della Université Sainte-Anne e dell'Università di Montreal hanno rivelato di recente che i bambini in età prescolare che ottengono punteggi più bassi su un compito di memoria di lavoro hanno alte probabilità di avere punteggi più alti su una scala di rischio di abbandono, all'età di 13 anni.


"Il rischio di abbandono è calcolato sull'impegno degli studenti a scuola, sulla loro media dei voti, e anche sull'eventuale ripetizione precedente di un anno. Altre ricerche hanno confermato che questa scala può identificare con successo quali 12enni non riusciranno a completare le scuole superiori all'età di 21 anni", ha spiegato Caroline Fitzpatrick, che ha condotto lo studio come prima autorice.


"Questi risultati sottolineano l'importanza di un intervento precoce", ha aggiunto Linda Pagani, co-autrice senior. "I genitori sono in grado di aiutare i loro figli a sviluppare forti abilità di memoria di lavoro in casa e questo può avere un impatto positivo".


Lo studio è stato condotto su 1.824 bambini il cui sviluppo è stato seguito nel corso degli anni attraverso il Quebec Longitudinal Study of Child Development. La loro memoria di lavoro è stata misurata usando l'imitazione di un compito di riordino con un assistente di ricerca qualificato. Gli studenti hanno indicato il loro rendimento scolastico, la bocciatura precedente e l'impegno a scuola rispondendo a domande come "ti piace la scuola" e "quanto importante è per te ottenere buoni voti?".


I bambini hanno inoltre completato test di intelligenza verbale e non verbale. Anche le loro famiglie sono state intervistate per accertare il loro status socio-economico, un fattore che i ricercatori hanno preso in considerazione per analizzare i dati.


Identificare gli studenti che sono a rischio di abbandono alla fine la scuola superiore è un passo importante nella prevenzione di questo problema sociale. E' probabile che le differenze individuali nelle funzioni esecutive abbiano un ruolo importante nel predire il rischio successivo di abbandono, perché contribuiscono al successo scolastico, all'impegno e al raggiungimento degli obiettivi a lungo termine. Gli attuali risultati suggeriscono che le prime differenze individuali nella memoria di lavoro possono contribuire al rischio di abbandono delle scuole superiori.


La diagnosi precoce dei problemi di memoria di lavoro nei bambini è possibile perché questi bambini mostrano generalmente schemi di disfunzione in classe e a casa. "Un bambino con una memoria di lavoro inadeguata potrebbe incontrare difficoltà a completare compiti di fronte ai distrattori, a seguire le istruzioni sequenziali, e a tenere traccia del tempo per portare a termine il suo lavoro in modo tempestivo", ha spiegato la Fitzpatrick. "Un autocontrollo carente più in generale potrebbe risultare in spazi abitativi disorganizzati, come la loro stanza, lo scrittoio o l'armadietto. Può essere vantaggioso per i bambini a rischio fornire ai genitori, agli insegnanti e al personale di supporto una formazione di base sul controllo cognitivo e sulla memoria di lavoro".


I genitori possono aiutare i loro bambini a sviluppare una forte capacità di memoria di lavoro in casa. "I bambini in età prescolare possono impegnarsi in giochi di fantasia con altri bambini per rafforzare la memoria di lavoro, dal momento che questa attività comporta ricordare i loro ruoli e i ruoli degli altri. Anche incoraggiare la consapevolezza dei bambini, aiutandoli a concentrarsi sulle loro esperienze momento per momento ha un effetto positivo sul controllo cognitivo e sulla memoria di lavoro", ha detto la Pagani, notando che si possono praticare esercizi di respirazione e meditazione guidata con bambini in età prescolare e nelle elementari.


Nei bambini più grandi, l'attività aerobica vigorosa come il calcio, il basket e il salto della corda, hanno dimostrato tutti di avere effetti benefici sulla concentrazione e sulla memoria di lavoro. "Le arti marziali tradizionali che enfatizzano il rispetto, l'autodisciplina e l'umiltà hanno dimostrato di aiutare i bambini, e specialmente i ragazzi, a costruire un controllo cognitivo e una capacità di memoria di lavoro forti", ha aggiunto la Fitzpatrick. "Un'altra strategia promettente per migliorare la memoria di lavoro nei bambini è limitare il tempo di schermo (videogiochi, smartphone, tablet e TV), che può minare il controllo cognitivo e distrarre dal perseguimento di obiettivi più arricchenti".


I ricercatori fanno notare che generalizzare la loro conclusione a tutti gli scolari con assoluta certezza richiederà ulteriori ricerche.

 

 

 


Fonte: University of Montreal via AlphaGalileo (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Caroline Fitzpatrick, Isabelle Archambault, Michel Janosz, Linda S. Pagani. Early childhood working memory forecasts high school dropout risk. Intelligence, 2015; 53: 160 DOI: 10.1016/j.intell.2015.10.002

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.