mothers-education.jpg

La mamma sa di più: l'entità di istruzione che acquisisce può predire il successo dei suoi figli nella lettura e in matematica. In realtà, quel successo è maggiore se avesse avuto il figlio più tardi nella vita, secondo un nuovo studio dell'Università del Michigan.


Sandra Tang, ricercatrice di psicologia della U-M e autrice principale dello studio, ha detto che i figli di madri over-19 di solito entrano all'asilo con livelli più elevati di rendimento. Questi ragazzi continuano ad eccellere in matematica e lettura ai livelli più alti, fino alla terza media, rispetto ai figli di madri più giovani di 18 anni.


"Questi risultati forniscono prove convincenti che avere un figlio in età adolescenziale ha conseguenze negative durature per i rendimenti della successiva generazione", ha detto la Tang. Le conseguenze negative per le madri adolescenti non riguardano solo il figlio nato quando la madre era adolescente, ma influenzano pure i successivi figli della madre.


Pamela Davis-Kean, professore associato di psicologia e professore associato di ricerca all'Istituto di Ricerca Sociale e Centro per la Crescita e Sviluppo Umano, ha detto che i risultati presentano notizie sia buone che cattive. La buona notizia è che i figli di madri adolescenti, che continuano gli studi dopo la maternità, vanno meglio accademicamente rispetto ai bambini delle madri adolescenti che non continuano, ha detto.


"Tuttavia, questi bambini e gli altri nati quando la madre non era più adolescente, non raggiungono nel tempo il rendimento dei bambini nati da madri che avevano completato il percorso di istruzione", ha detto la Davis-Kean. "Questo gruppo continua a portare un rischio di minore successo".


I dati dello studio sono derivati dall'«Early Childhood Longitudinal Study-Kindergarten Cohort», un campione rappresentativo a livello nazionale di bambini che sono stati valutati per la prima volta entrando all'asilo nel 1998 e sono stati intervistati fino alla primavera del 2007. In 14.279 casi, i punteggi di matematica e lettura dei bambini sono stati raccolti in terza, quinta elementare e terza media (3°, 5° e 8° grado).


I ricercatori hanno usato questi dati per confrontare le traiettorie di rendimento (dall'asilo alla 3° media) dei bambini nati da mamme che erano sia adolescenti (meno di 18 anni) che adulte (over-19) al momento della nascita del loro primo figlio. Le analisi hanno tenuto conto delle aspettative di istruzione delle madri per i loro figli, dell'ambiente familiare e di altre caratteristiche (come il reddito della famiglia) che possono influenzare i rendimenti dei bambini.


Le tendenze indicano che le madri che partoriscono durante l'adolescenza hanno tassi molto più bassi di completamento scolastico e di iscrizione all'università rispetto alle loro controparti che ritardano la gravidanza.


Dato che la crescita nel rendimento generale rimane lo stesso nel tempo per la matematica e la lettura, per tutti i bambini del campione, questi modelli mettono in luce l'importanza di investire in interventi precoci che puntano le madri adolescenti, per fornire loro le competenze necessarie per promuovere l'apprendimento dei loro figli, ha detto la Tang.

 

*******
Altri autori dello studio includono Meichu Chen, ricercatore al Centro di Ricerca per la dinamica di gruppo del ISR, e Holly Sexton, ricercatore all'Università del Texas. I risultati appaiono in questo numero del Journal of Research on Adolescence.

 

 

 

 

 


Fonte: University of Michigan (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Sandra Tang, Pamela E. Davis-Kean, Meichu Chen, Holly R. Sexton. Adolescent Pregnancy's Intergenerational Effects: Does an Adolescent Mother's Education Have Consequences for Her Children's Achievement?Journal of Research on Adolescence, 2014; DOI: 10.1111/jora.12182

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.