*** La biblioteca rimane chiusa per le festività pasquali dal 19 al 27 aprile compresi. Il servizio di interprestito è sospeso martedì 24 aprile e riprenderà martedì 30 aprile.


"Pause del cervello" aumentano l'attività e il rendimento scolastico alle elementariUna recente indagine della Oregon State University su un DVD di esercizi, che aggiunge brevi pause di attività fisica nella routine quotidiana degli studenti delle scuole elementari, ha scoperto che aveva un alto livello di popolarità tra studenti e insegnanti, e ha offerto evidenti vantaggi ai programmi educativi troppo sedentari.


Chiamato "Brain Breaks" (=Pause del Cervello), il DVD è stato sviluppato e prodotto dall'«Healthy Youth Program» del Linus Pauling Institute alla Oregon State University, ed è disponibile a livello nazionale.


I Brain Breaks portano i bambini a fare intervalli di 5-7 minuti di attività fisica, dimostrati dagli studenti della OSU e dai bambini delle scuole elementari di Corvallis in Oregon. I brevi periodi di esercizio fisico hanno lo scopo di migliorare la salute fisica, la consapevolezza mentale e il successo scolastico dei bambini.


"Riconosciamo sempre di più l'importanza dell'attività fisica per i bambini anche se le richieste accademiche poste su di loro interferiscono con i programmi tradizionali di ricreazione e di educazione fisica", ha detto Gerd Bobe, professore assistente dell'OSU, esperto di nutrizione pubblica e comportamento, e ricercatore principale del Linus Pauling Institute.


"I bambini hanno bisogno di muoversi, non possono restare semplicemente seduti tutto il giorno", ha detto Bobe. "Dati i vincoli di tempo e le molteplici richieste che le scuole si trovano ad affrontare, crediamo veramente che il concetto di brevi interruzioni dell'attività, proprio in classe, sia la strada da percorrere".


La legge dell'Oregon, per esempio, impone che entro il 2017 le scuole elementari debbano avere 30 minuti al giorno di lezioni di educazione fisica, oltre a periodi di ricreazione. Ma un sondaggio condotto dall'Healthy Youth Program ha trovato che il 92 per cento delle scuole elementari pubbliche in Oregon attualmente non soddisfano questo standard. E a volte, dice Bobe, l'eliminazione della ricreazione viene usata come strumento disciplinare, allontanando potenzialmente l'attività proprio dagli studenti che ne hanno più bisogno.


Le Brain Breaks sono state create per portare più attività di nuovo nelle aule, soprattutto quando può essere più utile - nel pomeriggio dopo pranzo, per esempio, quando i tempi di attenzione e concentrazione tendono a vacillare. La ricerca ha dimostrato che l'attività fisica può aumentare il rendimento scolastico, l'attenzione degli studenti e il comportamento in classe, dice Bobe.


Il programma offre varie pause, tra cui sei basate su stretching e rilassamento, cinque sulla resistenza, e una sulla forza, con concetti fantasiosi come le "avventure spaziali" e i "canguri folli". Non è necessaria alcuna attrezzatura, a parte una sedia per la pausa forza, e tutte le attività possono essere fatte in classe. Un riassunto del lavoro è stato pubblicato sul Journal of Nutrition Education and Behavior.


Una recente indagine dell'Healthy Youth Program, inviato ai distretti scolastici dell'Oregon partecipanti, ha rilevato che:

  • Quasi tutti gli insegnanti hanno detto che il programma era adeguato per le loro classi e ben compreso dalla classe;
  • Più del 90 per cento degli insegnanti ha detto che le pause di esercizio avevano la giusta lunghezza, e che gli studenti erano più concentrati dopo aver eseguito il programma;
  • Tutte le pause erano popolari in oltre l'80 per cento degli studenti, ma le attività di stretching e di rilassamento hanno avuto il più alto riconoscimento, il 95 per cento, e sono stati anche usati ocn più frequenza dagli insegnanti;
  • Circa tre quarti degli insegnanti usavano il programma due o tre volte alla settimana, e oltre il 90 per cento ha in programma di continuare il suo utilizzo.


"I periodi più lunghi di esercizio hanno un loro posto, ma la ricerca dimostra che anche questi brevi programmi possono essere molto preziosi", ha detto Bobe. "Possono aumentare il consumo di ossigeno, la gamma di movimenti, la resistenza, e indurre nei ragazzi l'abitudine ad essere più attivi. Un po' di esercizio fisico può fare molto".


"Questo sondaggio mostra un programma che sta funzionando ed è prezioso", ha detto Bobe. "Speriamo che diventi popolare in tutta la nazione".

 

 

 

 

 


Fonte: Oregon State University (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Gerd Bobe, T. Perera, S. Frei, B. Frei. Brain Breaks: Physical Activity in the Classroom for Elementary School Children. Journal of Nutrition Education and Behavior, 2014; 46 (4): S141 DOI: 10.1016/j.jneb.2014.04.116

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.