Un terzo degli adulti con dislessia segnala un abuso fisico infantileLa dislessia è un disturbo del linguaggio spesso caratterizzato da difficoltà di riconoscimento e decodifica delle parole o dell'ortografia e può ostacolare la lettura e la scrittura. (Foto di Nate Edwards via flickr)Gli adulti che hanno dislessia hanno molta più probabilità di riferire di essere stati fisicamente maltrattati prima di aver compiuto i 18 anni, rispetto ai loro coetanei senza dislessia.


Questa è la conclusione di un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università di Toronto (UT) e della University of North Carolina di Chapel Hill.


I ricercatori hanno scoperto che il 35 per cento degli adulti con dislessia riferiscono di maltrattamenti fisici prima di aver compiuto i 18 anni.


Al contrario, solo il sette per cento di coloro che non hanno dislessia ha riferito di aver subito un abuso fisico.


"Anche dopo aver tenuto conto di età, razza, sesso e altre avversità iniziali, come le dipendenze dei genitori, l'abuso fisico è stato comunque associato ad un aumento di sei volte delle probabilità di dislessia", dice la co-autrice Esme Fuller-Thomson, professore e docente emerito «Sandra Rotman» della Facoltà Factor-Inwentash di Lavoro Sociale alla UT.


I ricercatori hanno esaminato un campione rappresentativo di 13.054 adulti over-18 del Canadian Community Health Survey 2005, che comprende 1.020 intervistati che hanno riferito di aver subito abusi fisici durante la loro infanzia e 77 che hanno riferito di aver avuto una diagnosi di dislessia da un professionista sanitario. I risultati appartengono ad uno studio pubblicato online questa settimana nel Journal of Interpersonal Violence.


"I nostri dati non ci permettono di conoscere la direzione dell'associazione. È possibile che per alcuni bambini, la presenza di dislessia e dei problemi di apprendimento correlati possa dare loro un rischio relativamente più elevato di abuso fisico, forse a causa delle frustrazioni degli adulti con il fallimento cronico nell'apprendimento", ha detto il co-autore Stephen Hooper, professore di Psichiatria e Pediatria, decano associato e presidente di scienze della salute alla School of Medicine della University of North Carolina. "In alternativa, data la nota associazione tra disfunzione cerebrale e maltrattamenti, potrebbe essere che l'esperienza di abuso fisico può anche contribuire e/o esacerbare tali problemi di apprendimento, secondari al maggiore onere neurologico".


La Fuller-Thomson afferma che "Anche se non sappiamo se l'associazione abuso-dislessia è causale, con un terzo degli adulti dislessici che segnalano un abuso infantile, è importante che i fornitori di assistenza sanitaria primaria e i professionisti nelle scuole che lavorano con i bambini dislessici cerchino chi capire chi subisce abusi fisici".

 

 

 

 

 


Fonte: Michael Kennedy in University of Toronto (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: E. Fuller-Thomson, S. R. Hooper. The Association Between Childhood Physical Abuse and Dyslexia: Findings From a Population-Based Study. Journal of Interpersonal Violence, 2014; DOI: 10.1177/0886260514540808

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.