*** La biblioteca rimane chiusa per le festività pasquali dal 19 al 27 aprile compresi. Il servizio di interprestito è sospeso martedì 24 aprile e riprenderà martedì 30 aprile.


Salute mentale vince quando gli adolescenti fanno sport a scuolaGli adolescenti che praticano sport di squadra alle superiori hanno meno stress e una salute mentale migliore quando sono giovani adulti; questo il risultato di una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Adolescent Health.


"E' importante che gli amministratori scolastici riconoscano l'importanza della partecipazione allo sport e all'attività fisica", ha detto l'autrice Catherine M. Sabiston, PhD, della Università di Toronto. "Le associazioni che abbiamo trovato dimostrano un impatto a lungo termine. Lo sport a scuola ad una età compresa tra 12 a 17 anni mantiene e protegge la salute mentale di quei giovani 4 anni più tardi".


Dal 23 al 40 per cento dei giovani riferiscono sentimenti di depressione e stress elevato, notano i ricercatori, la cui ricerca ha esaminato se la partecipazione allo sport a scuola può offrire una certa protezione da questa tendenza.


Sono stati intervistati quasi 850 studenti provenienti da 10 scuole canadesi, per ogni anno frequentato sui cinque della scuola secondaria, in merito alla loro partecipazione allo sport a scuola, come basket, calcio, atletica, wrestling, e ginnastica. Tre anni dopo la laurea, ai partecipanti è stato chiesto se e quanto avessero sperimentato sintomi depressivi, la quantità di stress nella loro vita, e il modo in cui valutavano la loro salute mentale su una scala da 1 (scarso) a 5 (eccellente).


I risultati dicono che coloro che erano stati coinvolti nello sport a scuola avevano punteggi migliori su tutte e tre le valutazioni della salute mentale rispetto a coloro che non avevano praticato sport del tutto. Fare sport a scuola durante gli anni dell'adolescenza si collega in modo significativo a minori sintomi di depressione, meno stress percepito, e una maggiore auto-classificazione della salute mentale in età adulta.


La Sabiston ha detto che la ricerca si è focalizzata sugli sport a scuola, piuttosto che sugli sport extrascolastici in generale, perché gli studenti sono un potenziale "obiettivo" della popolazione per delle strategie di intervento su misura. Gli sport offerti dalle scuole in genere richiedono meno impegno di tempo o di denaro da parte degli studenti e dei loro genitori o tutori. "Si sa sorprendentemente poco dello sport a scuola, così possiamo solo fare ipotesi sugli effetti unici, ma abbiamo il sospetto che potrebbero essere dovuti allo sport scolastico che fornisce agli adolescenti l'opportunità di legare con altri studenti, sentirsi connessi alla loro scuola, interagire con i loro coetanei e gli allenatori, e quindi fornire un ambiente realmente sociale e attivo".


Jack Raglin, PhD, professore nel dipartimento di kinesiologia dell'Indiana University di Bloomington è d'accordo, e aggiunge che vi sono considerevoli prove che l'esercizio fornisce significativi benefici psicologici. "Le sessioni singole di attività riducono l'ansia, migliorano l'umore, e sollevano sensazioni di energia che durano per diverse ore", ha detto. "Nel lungo periodo, la partecipazione può migliorare significativamente le condizioni come l'ansia e la depressione clinica ad un livello che rivaleggia con i farmaci, sia negli adulti che negli adolescenti".


Raglin aggiunge che ci sono anche cambiamenti psicologici protettivi significativi, compresi i sentimenti di padronanza e di realizzazione che derivano dall'acquisire una competenza sportiva.

 

 

 

 

 


Fonte: Glenda Fauntleroy in Health Behavior News Service (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti:  Rachel Jewett, Catherine M. Sabiston, Jennifer Brunet, Erin K. O'Loughlin, Tanya Scarapicchia, Jennifer O'Loughlin. School Sport Participation During Adolescence and Mental Health in Early Adulthood. Journal of Adolescent Health, 2014; DOI: 10.1016/j.jadohealth.2014.04.018

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.