Bambini con forti legami con i genitori fanno amicizie migliori e si adattano alle relazioni difficiliQuali competenze sociali può portare un bambino di 3 anni nell'interazione con un nuovo amico coetaneo?


Se ha forti legami con i suoi genitori, è probabile che il bambino sia un compagno di giochi reattivo e positivo, e che saprà adattarsi ad un compagno difficile al punto da far valere i suoi bisogni, secondo un nuovo studio dell'Università dell'Illinois, pubblicato in Developmental Psychology.


"I bambini saldamente attaccati sono più sensibili ai suggerimenti o alle richieste effettuate da un nuovo pari. Un bambino che ha vissuto una relazione di attaccamento sicuro con i caregiver ha probabilità di entrare in un nuovo rapporto tra pari con aspettative positive", ha detto Nancy McElwain, professore di sviluppo umano alla UI.


Nello studio i ricercatori hanno valutato la sicurezza delle relazioni nell'attaccamento madre-bambino per 114 bambini di 33 mesi e i genitori hanno riferito sul temperamento del loro bambino, inclusa la propensione alla rabbia e la paura sociale. A 39 mesi, i figli dello stesso sesso sono stati accoppiati a caso l'uno con l'altro e osservati in tre visite di laboratorio nel corso di un mese.


I bambini attaccati in modo sicuro sono risultati più sensibili ad un nuovo pari, la prima volta che si sono incontrati, anche se il nuovo bambino era incline alla rabbia. I bambini con un attaccamento sicuro hanno continuato a rispondere favorevolmente nella seconda e terza visita, quando la rabbia del pari si era abbassata, ma non quando la rabbia dell'altro bambino era alta, ha detto il ricercatore.


Quando un bambino è accoppiato con un coetaneo che è pronto a diventare frustrato o arrabbiato, non sono probabilmente soddisfatte le aspettative sociali positive del bambino con un attaccamento sicuro. Il bambino saldamente ancorato può quindi adattarsi alla situazione e smorzare la sua risposta al partner impegnativo, secondo la McElwain.


"Un bambino attaccato in modo più sicuro può anche usare suggerimenti e richieste, piuttosto che comandi e comportamenti invadenti (come togliere i giocattoli) mentre gioca con un pari facile ad arrabbiarsi durante le prime due visite. Con la visita finale, un bambino con un attaccamento sicuro si era adattato al controllo dell'assertività del suo pari incline alla rabbia, diventando più controllato", ha detto.


Lo studio ha mostrato che il livello di sicurezza nell'attaccamento di un bambino, la tendenza del suo partner ad arrabbiarsi, e quanto lo conosceva (visite precedenti in confronto all'ultima), si combinano per predire il comportamento del bambino. "Il comportamento verso un pari dipende dal temperamento del partner tanto quanto dall'attaccamento proprio del bambino. È necessario considerare entrambi i fattori combinati per capire il comportamento di un bambino verso un nuovo pari", ha detto la McElwain.


Anche il temperamento del bambino ha un ruolo nella comprensione del suo comportamento verso i nuovi pari. I bambini descritti dai genitori come socialmente timorosi erano meno positivi in generale, ha osservato. "Ma un temperamento difficile non va confuso con un attaccamento insicuro. Si può avere un bambino pretenzioso, ma se si risponde a lui in modo sensibile, egli svilupperà un forte legame con i suoi genitori e potrà probabilmente godere di rapporti positivi e stretti con gli altri".

 

********
Oltre alla McElwain, hanno collaborato Brian G. Ogolsky della UI, Jennifer M. Engle della Vanderbilt University, e Ashley S. Holland dell'Edgewood College. Il finanziamento è stato fornito dal National Institute of Food and Agriculture e dal Research Board della University of Illinois di Urbana-Champaign.

 

 

 

 

 


Fonte: Phyllis Picklesimer in University of Illinois (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimento: Nancy L. McElwain, Ashley S. Holland, Jennifer M. Engle, Brian G. Ogolsky. Getting acquainted: Actor and partner effects of attachment and temperament on young children’s peer behavior.. Developmental Psychology, 2014; 50 (6): 1757 DOI: 10.1037/a0036211

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.