*** La biblioteca rimane chiusa per le festività pasquali dal 19 al 27 aprile compresi. Il servizio di interprestito è sospeso martedì 24 aprile e riprenderà martedì 30 aprile.


far di contoSecondo dei ricercatori, finanziati dal National Institutes of Health, i bambini che non riescono ad acquisire una competenza di base di matematica in prima elementare ottengono risultati molto inferiori rispetto ai loro coetanei in seconda media nei test sulle abilità matematiche necessarie per funzionare nella vita adulta.


L'abilità matematica di base, il sistema di conoscenza dei numeri, è la capacità di mettere in relazione una quantità al simbolo numerico che rappresenta, e di manipolare le quantità per fare calcoli. Questa abilità è la base per tutte le altre abilità matematiche, comprese quelle necessarie per il funzionamento come membro adulto della società, un concetto chiamato numeracy [il buon vecchio far di conto dell'italiano].

I ricercatori riferiscono che i primi sforzi per aiutare i bambini a superare le difficoltà di acquisire la conoscenza del sistema dei numeri potrebbero avere notevoli benefici a lungo termine. Essi notano che più del 20 per cento degli adulti statunitensi non hanno le competenze matematiche della terza media necessarie per un funzionamento sul posto di lavoro.

"La comprensione precoce delle quantità e dei numeri sembra essere la base su cui costruire interpretazioni più complesse di numeri e calcoli", dice Kathy Mann Koepke, Ph.D., direttrice del programma Cognizione e Apprendimento Matematica e Scienze: Sviluppo e Disordini all'Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development (NICHD), l'istituto dei NIH che ha sponsorizzato la ricerca. "Data la priorità nazionale sull'istruzione nei campi di scienza, tecnologia, ingegneria e matematica, è fondamentale capire come i bambini diventano esperti in matematica e quali interventi possono aiutare coloro che lottano per costruire queste competenze".

L'autore senior David C. Geary, Ph.D., dell'Università del Missouri di Columbia, ha condotto la ricerca con i colleghi Hoard Mary K., Ph.D., e Lara Nugent, e con Drew H. Bailey, Ph.D., della Carnegie Mellon University di Pittsburgh. Lo studio compare online su PLoS One.

Questi risultati fanno parte di un studio a lungo termine sui bambini del sistema scolastico di Columbia in Missouri. Inizialmente, i bambini di prima elementare di 12 scuole elementari sono stati valutati nella loro conoscenza del sistema dei numeri, che comprende diversi principi fondamentali:

  • I numeri rappresentano grandezze diverse (cinque è più grande di quattro).
  • I rapporti tra numeri rimangono gli stessi, anche se i numeri possono variare. Per esempio, la differenza tra 1 e 2 è uguale alla differenza tra 30 e 31.
  • Le quantità (per esempio, tre stelle) possono essere rappresentate da figure simboliche (il numero 3).
  • I numeri possono essere suddivisi in più parti (5 è costituito da 2 e 3 o 1 e 4).

I ricercatori hanno anche valutato le abilità cognitive come la memoria, capacità di attenzione, e l'intelligenza generale. Essi hanno scoperto che dalla seconda media, i bambini che hanno avuto punteggi più bassi nella valutazione delle conoscenze del sistema dei numeri in prima elementare, rimangono indietro rispetto ai loro coetanei. Hanno rilevato che queste differenze nella numeracy tra i due gruppi non sono correlate all'intelligenza, alle competenze linguistiche degli studenti o al metodo usato per fare i calcoli.

Per il test all'età di 13 anni, 180 studenti si sono sottoposti a valutazioni a tempo che includevano addizioni a più cifre, sottrazioni, moltiplicazioni, divisioni e problemi: problemi di parole e confronti e calcoli con le frazioni. Studi precedenti hanno dimostrato che questi test valutano le competenze di calcolo funzionali, le abilità richieste agli adulti per entrare e avere successo nel mondo del lavoro. Ciò potrebbe includere una limitata comprensione dell'algebra necessaria per operazioni monetarie, come rispondere a una domanda del tipo: "Se un oggetto costa $ 1,40 e dai all'impiegato $ 2, quanti centesimi ti dovrebbe restituire?".

Altri aspetti della matematica funzionale includono la capacità di manipolare le frazioni, come quando si raddoppia gli ingredienti in una ricetta (per esempio, aggiungere 1½ tazze d'acqua quando si raddoppia una ricetta che ne richiede 3/4) o si deve trovare il centro di una parete per centrare un dipinto o una mensola.

L'analisi dei ricercatori ha dimostrato che un basso punteggio sulla valutazione delle conoscenze del sistema dei numeri in prima elementare aumenta in modo significativo il rischio che uno studente ottenga un punteggio basso nella numeracy funzionale da adolescente.

I ricercatori hanno esaminato l'apprendimento e hanno scoperto che i bambini di prima con punteggi più bassi hanno anche una crescita più lenta nella conoscenza del sistema dei numeri nel corso dell'anno scolastico. Essi dicono anche che, partire con una scarsa conoscenza dei numeri, può tenere i bambini così indietro che non ce la faranno mai a recuperare.

"Questi risultati sono particolarmente preziosi per portare l'attenzione sull'idea che la numeracy nei primi anni di vita ha effetti profondi non solo per l'individuo, ma anche per la società dove opera e vive quell'individuo" conclude il Dott. Mann Koepke.

Fonte: NIH/National Institute of Child Health and Human Development.

Riferimento: David C. Geary, Mary K. Hoard, Lara Nugent, Drew H. Bailey. Adolescents' Functional Numeracy Is Predicted by Their School Entry Number System Knowledge. PLoS ONE, 2013; 8 (1): e54651 DOI: 10.1371/journal.pone.0054651 

Pubblicato su ScienceDaily il 27 Febbraio 2013 - Traduzione di Franco Pellizzari - Immagine: NIH/National Institute of Child Health and Human Development

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.