Quanti compiti a casa di matematica e scienze sono troppi?Quando si tratta di adolescenti e di compiti a casa di matematica e scienze, di più non è necessariamente meglio (un'ora al giorno è l'ottimale), ma farli da soli e con regolarità genera il guadagno più grande di conoscenze, secondo una ricerca pubblicata dall'American Psychological Association.


I ricercatori dell'Università di Oviedo in Spagna hanno esaminato le prestazioni di 7.725 studenti di scuole pubbliche e private del principato delle Asturie, nel nord della Spagna.


Gli studenti avevano un'età media di 13,78 anni e le femmine erano il 47,2 per cento del campione. L'articolo è stato pubblicato sul Journal of Educational Psychology®. Gli studenti hanno compilato dei questionari sulla frquenza dei compiti a casa e su quanto tempo trascorrono sulle varie materie. E' stato anche chiesto loro se facevano i compiti da soli o con un aiuto e, in caso affermativo, con quale frequenza.


Il loro rendimento scolastico in matematica e scienze è stato misurato con un test standard. Sono state fatte delle correzioni per tenere conto di sesso e ambiente socio-economico. La conoscenza precedente è stata misurata dai voti precedenti in matematica e scienze.


I ricercatori hanno scoperto che gli studenti passano in media da una a due ore al giorno a fare i compiti in tutte le materie. Gli studenti il cui insegnante assegna sistematicamente dei compiti hanno ottenuto quasi 50 punti in più sul test standard. Gli studenti che fanno i compiti di matematica per conto proprio hanno ottenuto 54 punti in più rispetto a quelli che chiedono aiuto frequente o costante. Le curve erano simili per le scienze.


"I nostri dati indicano che non è necessario assegnare enormi quantità di compiti a casa, ma è importante che l'assegnazione sia sistematica e regolare, con lo scopo di instillare abitudini di lavoro e promuovere l'apprendimento autoregolato autonomo", ha detto Javier Suarez-Alvarez, studente laureato, primo coautore con Ruben Fernandez-Alonso PhD, e con il professor Jose Muniz. "I dati suggeriscono che passare 60 minuti al giorno a fare i compiti è un tempo ragionevole ed efficace".


La quantità totale di compiti assegnati dagli insegnanti era un po' più di 70 minuti al giorno in media, secondo quanto hanno scoperto i ricercatori. Mentre alcuni insegnanti assegnano 90-100 minuti di compiti al giorno, i ricercatori hanno scoperto che i risultati per la matematica e la scienza degli studenti iniziano a calare in quel punto.


E, anche se hanno trovato un piccolo guadagno nei risultati tra 70 e 90 minuti, "quel piccolo guadagno richiede due ore in più alla settimana di compiti a casa, un grande investimento di tempo per questi piccoli guadagni", ha detto Suarez-Alvarez. "Per questo motivo, assegnare più di 70 minuti di lavoro a casa al giorno non sembra molto efficiente".


Per quanto riguarda lavorare in autonomia o con aiuto, i ricercatori hanno scoperto che gli studenti che avevano bisogno di aiuto, e hanno fatto 70 minuti di studio a casa al giorno, potevano aspettarsi un risultato sul 50° percentile nel test, mentre gli studenti autonomi che trascorrono la stessa quantità di tempo di lavoro potevano aspettarsi un risultato sul 70° percentile.


Una possibile spiegazione di questo risultato è che l'apprendimento auto-regolato è fortemente collegato al rendimento e al successo scolastico, secondo Suarez-Alvarez.


"La conclusione è che, quando si tratta di compiti a casa, il come è più importante del quanto", ha detto Suarez-Alvarez. "Una volta che si considera lo sforzo individuale e il lavoro autonomo, il tempo trascorso diventa irrilevante".

 

 

 

 

 


Fonte: American Psychological Association (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Rubén Fernández-Alonso, Javier Suárez-Álvarez, José Muñiz. Adolescents’ Homework Performance in Mathematics and Science: Personal Factors and Teaching Practices.. Journal of Educational Psychology, 2015; DOI: 10.1037/edu0000032

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.