Molti bambini e adolescenti assorbono troppa caffeina dalle bevande energetiche

Quando i ragazzi da 10 a 14 anni consumano bevande energetiche, uno su cinque consuma troppa caffeina. Quando si somma il consumo di caffeina da altre fonti (come cola e cioccolato), ogni secondo ragazzo, e più di un adolescente su tre da 15 a 17 anni, consumano troppa caffeina.


Questo è il risultato di un nuovo studio condotto dal National Food Institute della Technical University of Denmark. L'istituto stima che le bevande energetiche causino, o contribuiscano a, una grande percentuale di bambini e adolescenti che superano la dose giornaliera massima raccomandata di caffeina.


Le vendite di bevande energetiche in Danimarca sono quasi triplicate negli ultimi anni, da circa 4 milioni di litri venduti nel 2010 a circa 11 milioni di litri nel 2013. Le «energy drink» sono bevande analcoliche con zuccheri aggiunti o dolcificanti che contengono da 150 a 320 mg di caffeina per litro.


Uno studio sull'assunzione di bevande energetiche condotto dal National Food Institute su danesi da 10 a 35 anni di età, dimostra che il gusto è il motivo principale per bere bevande energetiche. Molti le usano anche come soluzione semplice e veloce per rimanere svegli a lungo e potenziare le prestazioni.

 

L'assunzione si traduce spesso in troppa caffeina

Le bevande energetiche non sono una preoccupazione per la salute degli adulti che le consumano in quantità moderate. Tuttavia, i ragazzi ed i giovani superano rapidamente la raccomandazione di assunzione massima del National Food Institute (2,5 milligrammi di caffeina per kg di peso corporeo al giorno), anche se hanno un consumo moderato di bevande energetiche. L'assunzione di caffeina superiore alla raccomandazione massima può causare effetti collaterali quali insonnia, irrequietezza, palpitazioni, irritabilità, nervosismo e ansia.


I nuovi calcoli del National Food Institute mostrano che un ragazzo su cinque da 10 a 14 anni supera la dose massima raccomandata di caffeina quando consuma bevande energetiche. Ciò è dovuto al loro basso peso corporeo. Quando si somma la loro assunzione di caffeina da altre fonti, come cola e cioccolato, ogni secondo figlio e più di un adolescente su tre da 15 a 17 anni supera la raccomandazione quando beve bevande energetiche.


Il National Food Institute stima che le bevande energetiche inducono, o aiutano, una grande percentuale di ragazzi e adolescenti a consumare caffeina in eccesso rispetto alla dose raccomandata.

 

Gli effetti avversi

Il 27% dei giovani da 10 a 35 anni di età beve bevande energetiche almeno una volta al mese, secondo lo studio del National Food Institute. Ragazzi e giovani da 15 a 26 anni consumano la maggior parte delle bevande energetiche, e quasi un consumatore di bevande energetiche su due le beve almeno una volta al mese. Il 13% dei ragazzi da 10 a 14 anni di età consuma bevande energetiche, almeno una volta al mese.


Il 42% dei consumatori di bevande energetiche ha sperimentato effetti avversi come insonnia, irrequietezza e palpitazioni cardiache. "E' preoccupante che molti abbiano sperimentato gli effetti negativi delle bevande energetiche", dice Jeppe Matthiessen, consigliere anziano del National Food Institute.

 

La mancanza di consapevolezza dell'impatto sulla salute

Le interviste indicano anche che quelli da 10 a 14 anni hanno una conoscenza limitata degli ingredienti delle bevande energetiche, i loro effetti collaterali e la raccomandazione che i bambini, le donne incinte e le madri che allattano non dovrebbero consumare bevande energetiche.


Le interviste con i genitori dimostrano che nemmeno loro sono a conoscenza della raccomandazione e, per esempio, servono bevande energetiche alle feste di compleanno dei bambini o lasciano che i loro bambini consumino bevande energetiche nello sport.


"Sembra che ci sia stato un cambiamento nella percezione dei tipi di bevande che le persone considerano normale bere. Tra i consumatori più giovani le bevande energetiche hanno ora lo stesso status che avevano un tempo le bevande analcoliche. Sia l'uso, che gli atteggiamenti nei confronti delle bevande energetiche ci danno motivo di essere preoccupati che l'assunzione aumenterà nei prossimi anni e pertanto si suggerisce che siano rese disponibili ulteriori informazioni sulle bevande energetiche rivolte ai ragazzi e agli adolescenti, così come ai loro genitori", afferma Jeppe Matthiessen.

 

Bevande energetiche associate a uno stile di vita meno sano

Lo studio mostra anche che le persone che consumano bevande energetiche hanno spesso uno stile di vita meno sano rispetto a quelle che non ne consumano. Per questo il sovrappeso, il fumo, la mancanza di sonno, molto tempo sullo schermo e una grande assunzione di bevande zuccherate sono tutti fattori associati al consumo di bevande energetiche.

 

 

 

 

 


Fonte: Technical University of Denmark (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Documento di ricerca: Energidrikke i Danmark. Undersøgelse af indtaget blandt 10-35-årige (pdf in Danese con sommario in Inglese)

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.