la TV sullo sfondo può fare male ai bambiniGrafica: Tim Schoon

Genitori, spegnete il televisore quando i vostri figli sono con voi. E quando gliela lasciate guardare, assicuratevi che i programmi stimolino il loro interesse per l'apprendimento.


Ecco i consigli che arrivano dai ricercatori della University of Iowa che hanno esaminato l'impatto della televisione e della genitorialità sullo sviluppo sociale ed emotivo dei bambini.


I ricercatori hanno scoperto che la televisione nello sfondo (quando il televisore è acceso in una stanza in cui un bambino sta facendo qualcosa di diverso dal guardarla) può distogliere l'attenzione del bambino dal gioco e dall'apprendimento. Essi hanno inoltre rilevato che i programmi non-educativi possono influenzare negativamente lo sviluppo cognitivo dei bambini.


"I bambini imparano da tutto ciò che si mette loro davanti", dice Deborah Linebarger, professore associato in istruzione alla UI e autrice principale dello studio pubblicato online sul Journal of Developmental & Behavioral Pediatrics [e finanziato anche da due compagnie televisive]. "Quindi, che tipo di messaggi, che tipo di cose volete che impararino? Quello dovrebbe essere il tipo di media al quale esporli volutamente".


I risultati provengono da un sondaggio nazionale di oltre 1.150 famiglie con bambini tra i 2 e gli 8 anni. La Linebarger e il suo team hanno esaminato i dati demografici della famiglia, lo stile genitoriale, l'uso dei media, e come questi fattori potrebbero influenzare il successo futuro dei bambini.


Il gruppo ha scoperto una relazione tra il contenuto al quale i bambini sono esposti e la loro funzione esecutiva, un aspetto importante per l'apprendimento e lo sviluppo. Questo era particolarmente vero nei bambini delle famiglie identificate come "ad alto rischio" (famiglie che vivono in condizioni di povertà o i cui genitori hanno poca istruzione, per esempio). Eppure anche i bambini delle famiglie ad alto rischio che guardano la televisione educativa sperimentano miglioramenti della funzione esecutiva, secondo i ricercatori.


Indipendentemente dalla demografia della famiglia, la genitorialità può fungere da cuscinetto contro gli effetti della TV sullo sfondo, ha scoperto il gruppo della Linebarger. "I bambini i cui genitori creano un ambiente domestico che è amorevole e di nutrimento, e in cui le regole e le aspettative sono le stesse in ogni momento, possono controllare meglio il loro comportamento, mostrano più empatia e vanno meglio a scuola", dice.


In particolare, la Linebarger suggerisce che i genitori siano consapevoli di cosa i loro bambini vedono sullo schermo, in particolare il contenuto degli spettacoli. "Sedetevi a guardare insieme uno spettacolo particolare, e quando è finito, spegnetelo", dice.


In uno studio precedente, la Linbarger e altri ricercatori della UI avevano scoperto che i bambini, in media, sono esposti a quasi quattro ore di TV di sfondo al giorno. Uno degli impatti della TV di sfondo, dicono i ricercatori, è che distoglie l'attenzione dei bambini da altre attività, come il gioco e l'apprendimento.

 

******
Allo studio hanno contributo Rachel Barr della Georgetown University, Matthew Lapierre della University of North Carolina di Wilmington e Jessica Taylor Piotrowski dell'Università di Amsterdam. L'US Department of Education, la «Corporation for Public Broadcasting», e la «Public Broadcasting System for the Ready to Learn Initiative» hanno finanziato lo studio.

 

 

 

 

 


Fonte: Heather Spangler in University of Iowa  (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Deborah L. Linebarger, Rachel Barr, Matthew A. Lapierre, Jessica T. Piotrowski. Associations Between Parenting, Media Use, Cumulative Risk, and Childrenʼs Executive Functioning. Journal of Developmental & Behavioral Pediatrics, 2014; 35 (6): 367 DOI: 10.1097/DBP.0000000000000069

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.