Libri per bambini con animali «umani» portano a capire meno il mondo naturaleUn nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università di Toronto ha scoperto che i libri per bambini dotati di animali con caratteristiche umane portano non solo ad un minore apprendimento di fatto, ma influenzano anche il ragionamento dei bambini sugli animali.


I ricercatori hanno anche scoperto che i giovani lettori sono più propensi ad attribuire i comportamenti e le emozioni umane agli animali quando vedono libri con animali antropomorfizzati rispetto ai libri che raffigurano realisticamente gli animali.

 


"I libri che ritraggono gli animali realisticamente portano a più apprendimento e ad una comprensione biologica più accurata", dice l'autore Patricia Ganea, assistente professore nel Dipartimento di Psicologia Applicata e Sviluppo Umano dell'Università di Toronto. "Siamo stati sorpresi nel trovare che anche i bambini più grandi nel nostro studio erano sensibili alle rappresentazioni antropocentriche degli animali nei libri e attribuiscono caratteristiche più umane agli animali dopo aver visto libri fantastici, che non dopo essere stati esposti ai libri realistici".


Questo studio ha implicazioni per il tipo di libri che usano gli adulti per insegnare ai bambini il mondo reale. I ricercatori consigliano ai genitori e agli insegnanti di considerare l'utilizzo di vari libri informativi e di saggistica, e di usare un linguaggio fattuale quando descrivono il mondo biologico ai bambini.


Lo studio è stato recentemente pubblicato online sulla rivista Frontiers in Psychology.

 

 

 

 

 


Fonte: University of Toronto  (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Patricia A. Ganea, Caitlin F. Canfield, Kadria Simons and Tommy Chou. Do cavies talk?: The effect of anthropomorphic books on children's knowledge about animals. Frontiers in Psychology, March 2014 DOI: 10.3389/fpsyg.2014.00283

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.