Leggere e scrivere in famiglia induce il bambino a parlare primaFoto: colourbox.comI ragazzi hanno un rischio maggiore di ritardo nello sviluppo del linguaggio rispetto alle ragazze, secondo un nuovo studio che ha usato i dati del «Norwegian Mother and Child Cohort Study».


I ricercatori hanno anche scoperto che le difficoltà di lettura e scrittura in famiglia inducono un aumento del rischio. "Abbiamo dimostrato per la prima volta che le difficoltà di lettura e scrittura in famiglia possono essere il motivo principale per cui un bambino ha un ritardo del linguaggio che inizia tra 3 e 5 anni di età", dice Eivind Ystrøm, ricercatore senior dell'Istituto Norvegese della Sanità Pubblica.


Ystrøm è il supervisore di Imac Maria Zambrana, un ex studente di dottorato dell'Istituto norvegese di sanità pubblica che ha condotto la ricerca in questo studio come parte del suo dottorato di ricerca.


I ricercatori hanno usato i dati provenienti da questionari compilati dalle madri che partecipano al «Norwegian Mother and Child Cohort Study» (MoBa). Lo studio comprende più di 10.000 bambini dalla 17 settimana di gravidanza fino a cinque anni di età. "Il MoBa è un ampio studio di una sezione normale della popolazione. Esso ci offre un'opportunità unica per esaminare i cambiamenti nel corso del tempo, la portata e gli eventuali fattori di rischio per il ritardo nello sviluppo del linguaggio", dice Ystrøm.

 

In maggioranza ragazzi

I ricercatori hanno classificato le difficoltà linguistiche a 3 e a 5 anni di età in 3 gruppi: ritardo persistente nello sviluppo del linguaggio (presente entrambe le volte), ritardo transitorio dello sviluppo del linguaggio (presente solo a tre anni) e sviluppo ritardato del linguaggio identificato per la prima volta a 5 anni di età.


I ragazzi sono la maggioranza nei gruppi con difficoltà di linguaggio persistente e transitorio. Ystrøm spiega che i ragazzi hanno un rischio biologico maggiore di disturbi dello sviluppo in utero rispetto alle ragazze. Scienziati britannici hanno misurato l'ormone sessuale maschile (testosterone) nel liquido amniotico e hanno scoperto che i livelli erano collegati allo sviluppo sia dell'autismo che dei disturbi del linguaggio.


Ystrøm sottolinea che i ragazzi arrivano in genere un po' più tardi allo sviluppo del linguaggio rispetto alle ragazze, ma che la maggior parte recupera il ritardo durante il primo anno. Pertanto, molti ragazzi potrebbero avere un rischio di compromissione del linguaggio persistente e sempre di più hanno difficoltà linguistiche transitorie che spariscono prima dell'età scolare. I ricercatori hanno scoperto che il genere è irrilevante per il terzo gruppo che ha difficoltà linguistiche che iniziano talvolta tra i 3 ed i 5 anni di età.

 

Fattori ereditari

Abbiamo una buona conoscenza dello sviluppo normale del linguaggio nei bambini. Molti geni sono importanti per lo sviluppo del linguaggio e la ricerca suggerisce che diversi geni sono coinvolti in diversi tipi di difficoltà del linguaggio. "Le difficoltà di lettura e scrittura in famiglia sono i fattori di rischio predominanti per le difficoltà linguistiche ad insorgenza tardiva. Vediamo problemi di linguaggio quando il bambino è tra i 18 mesi ed i 3 anni. Sono latenti", dice Ystrøm. I ricercatori ritengono che sia i geni, che fattori specifici dell'ambiente esterno al bambino possano portare a ritardi nello sviluppo del linguaggio a 3-5 anni di età.

 

Che cosa possiamo fare?

Ystrøm ritiene che i bambini con sviluppo ritardato del linguaggio debbano essere identificati al più presto possibile. I genitori, gli operatori sanitari e il personale di assistenza all'infanzia dovrebbero essere consapevoli dello sviluppo del linguaggio dei bambini e favorire un ambiente favorevole al linguaggio, in alcuni casi con misure adattate appositamente. In particolare, essi devono essere consapevoli dei bambini che hanno subito disabilità, o che hanno avuto uno sviluppo del linguaggio normale fino a tre anni e poi improvvisamente hanno cominciato ad avere difficoltà.


"I professionisti e gli operatori sanitari devono essere vigili. E' difficile individuare le difficoltà linguistiche quando il linguaggio diventa più complesso nei bambini più grandi. Essi devono essere formati in modo da essere sicuri di individuare le difficoltà linguistiche e di incoraggiare il linguaggio del bambino. Abbiamo bisogno di più ricerca sulle esigenze dei bambini con diverse traiettorie", dice Ystrøm.


I genitori che sono preoccupati per lo sviluppo del linguaggio del loro bambino devono consultare il medico. Essi dovrebbero anche sollevare la questione durante i check-up regolari quando il bambino è tra i 2 e i 4 anni. "I controlli devono avvenire al momento opportuno. È importante che non siano fatti in ritardo o non affettuati del tutto", dice Ystrøm.


Alcuni anni fa, un sondaggio dal Ministero della Salute e del Welfare di Oslo ha dimostrato che pochi centri di salute a Oslo soddisfacevano le 14 consultazioni richieste per ogni bambino dalla nascita alla scuola, indicate dalla Direzione norvegese di sanità.

 

Ulteriori ricerche

Oltre ai ricercatori presso l'Istituto Norvegese di Sanità Pubblica, hanno partecipato a questo studio ricercatori dell'Università di Oslo e dell'Università di Melbourne in Australia. Il lavoro è stato finanziato dalla «Extra Foundation for Health and Rehabilitation».


"Speriamo di continuare questa ricerca e, in particolare di esaminare la relazione tra genere e linguaggio. Abbiamo bisogno di più ricerca sui bisogni dei bambini con vari tipi di ritardo del linguaggio"
, conclude Eivind Ystrøm.

 

 

 

 

 


Fonte: Norwegian Institute of Public Health  (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Imac Maria Zambrana, Francisco Pons, Patricia Eadie, Eivind Ystrom. Trajectories of language delay from age 3 to 5: persistence, recovery and late onset. International Journal of Language & Communication Disorders, 2013; DOI: 10.1111/1460-6984.12073

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.