wich set has more"Quale insieme ne ha di più?" Aiutare i bambini a pensare in modo intuitivo ai numeri, chiedendo loro di valutare o confrontare due insiemi di oggetti senza contarli, aumenta la loro capacità di far di conto. (Foto di L. Brian Stauffer)

Un rapido sguardo a due gruppi diseguali di graffette porta molte persone a intuire subito quale insieme ne ha di più.


In un nuovo studio, apparso sulla rivista Cognition, dei ricercatori riferiscono che praticare questo tipo di esercizio numerico semplice e istintivo può migliorare la capacità dei bambini a risolvere i problemi di matematica.

 


"Volevamo sapere come le intuizioni di base sui numeri si applicano allo sviluppo della matematica", ha detto Daniel Hyde, professore di psicologia della University of Illinois, che ha condotto lo studio con Saeeda Khanum, della Quaid-i-Azam University di Islamabad, ed Elizabeth Spelke, dell'Università di Harvard. "In particolare ci interessava sapere se pensare intuitivamente ai numeri, come ad esempio approssimare e confrontare degli insiemi senza contare, aiuta a capire realmente la matematica".


Per verificarlo, i ricercatori hanno chiesto a dei bambini di prima elementare di eseguire delle attività che richiedevano di approssimare o di valutare all'incirca il numero di oggetti in un insieme, senza contarli. Altri bambini si sono impegnati in attività come confrontare la luminosità di due oggetti o aumentare la lunghezza di linee.


I bambini che hanno fatto pratica della valutazione del numero di oggetti hanno ottenuto risultati migliori nei test di aritmetica eseguiti subito dopo, rispetto ai coetanei che hanno valutato altre qualità degli oggetti, ha detto Hyde. "Questi risultati indicano che anche poca pratica con compiti che richiedono ai bambini di indovinare o intuire il numero di oggetti migliora effettivamente la loro performance al test di aritmetica", ha detto.


Ulteriori esperimenti hanno aiutato il team ad escludere altri fattori - come la maggiore motivazione o il livello di impegno cognitivo - che potrebbero contribuire a migliorare le prestazioni di matematica degli «indovini». I ricercatori hanno anche variato la difficoltà delle prove aritmetiche per vedere se i benefici del fare pratica con giudizi intuitivi sul numero di oggetti può potenziare la velocità o la precisione dei bambini, o entrambi.


"Per i problemi più semplici, dove tutti i bambini sono molto precisi, coloro che facevano pratica su ciò che noi chiamiamo il «senso intuitivo del numero» sono risultati circa il 25 percento più veloci rispetto ai bambini impegnati in un compito di controllo", ha detto Hyde. "Per i problemi più difficili, i bambini che avevano allenato il loro senso intuitivo del numero sono risultati più veloci di circa 15 punti percentuali rispetto a quelli che si erano limitati a un compito di controllo. Se questo fosse un vero e proprio quiz scolastico, questi bambini avrebbero ottenuto un risultato di un grado e mezzo superiore a quelli in condizione di controllo".


Simili miglioramenti non sono stati osservati in un test verbale, "suggerendo che l'effetto migliorativo è specifico della matematica e non è dovuto alla motivazione generale o all'interesse nel compito di allenamento", ha detto Hyde.


"Precedenti studi avevano testato se i bambini che si trovano meglio ad intuire i numeri hanno anche voti più alti in matematica o prestazioni migliori nei test di matematica. La risposta è sì"
, ha detto Hyde. "Il nostro studio è il primo a fornire un nesso di causalità nei bambini. Abbiamo dimostrato che la pratica su questi tipi di attività induce realmente una migliore prestazione nella matematica dei bambini".

 

 

 


Fonte: Diana Yates in news.illinois.edu (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti:  Daniel C. Hyde, Saeeda Khanum, Elizabeth S. Spelke. Brief non-symbolic, approximate number practice enhances subsequent exact symbolic arithmetic in children. Cognition, 2014; 131 (1): 92 DOI: 10.1016/j.cognition.2013.12.007

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Il contenuto di questo articolo non dipende da, nè impegna la Biblioteca Comunale di Altivole. I siti terzi raggiungibili da eventuali link contenuti nell'articolo sono completamente estranei alla Biblioteca, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.